Architetture a Roma
.
Accademia di Danimarca (1956)
Progetto: K. Fisker, R. Duelund Mortesen, S Hogsbro

L'accademia si presenta come un insieme di chiare forme cubiste, con superfici nette, lisce, pulite, che aiutano a risaltare le aperture dell'edificio. Questo è interamente costruito con mattoni danesi; infatti il progettista si oppose alle proposte di utilizzo del classico mattone romano, costringendo ad importare i mattoni danesi. Questi sono caratterizzati da un colore più giallo rispetto a quelli romani.
Tutto l'edificio è dominato dalla presenza del mattone e del suo colore caratteristico; a ciò contribuisce anche la colorazione della pavimentazione esterna che riprende quella dei mattoni e quindi della costruzione.
Il cuore dell'edificio è sicuramente la biblioteca a doppia altezza, caratterizzata da una balconata che vi corre perimetralmente, e permette di apprezzare il gioco di altezze.

Indirizzo: via Omero, 18 (Circoscrizione 2)

Autore articolo: Flavio Martella

Licenza Creative Commons