Architetture a Roma
.
Chiesa San Pio da Pietrelcina (2010)
Progetto: Studio di Architettura Anselmi & Associati
Progetto architettonico: A. Anselmi, V. Anselmi, V. Palmieri

Il progetto prevede una pianta a base rettangolare col rapporto 2:1 dei lati; l'altare è posto in modo non convenzionale per una chiesa a sviluppo longitudinale, infatti è situato al centro del lato maggiore della pianta. Sulla parete di fronte all'altare è posizionato l'ingresso, caratterizzato da tre grandi arcate portanti; questo, mediante la copertura a piastrelle di ceramica, è collegato all'arcata absidale.
L'alzato della Chiesa è definito da curve che si disegnano su piani verticali, collocati in corrispondenza dei lati maggiori del rettangolo di base; in particolare, sul fronte sud si disegnano tre curve in continuità ma diverse tra loro, mentre su quello opposto vi è la traccia di un'unica traiettoria curvilinea; la superficie rigata che unisce l'insieme di queste curve costituisce la copertura dell'aula.
Le tre arcate asimmetriche presenti nel fronte di ingresso, si relazionano con l'unica arcata presente dietro l'altare, mediante la simbologia cristiana dell'Uno e Trino, identificando un crescendo di importanza nell'avvicinarsi alla parte sacra della chiesa.
Il complesso architettonico prevede anche dei servizi parrocchiali, la canonica, il salone polivalente, e la sacrestia; questi locali sono tutti contigui, ed esternamente appaiono come due blocchi lineari, che contrastano, e quindi mettono in evidenza, con la chiesa vera e propria.

Indirizzo: Via Paolo Stoppa (Circoscrizione 13)

Autore articolo: Flavio Martella

Licenza Creative Commons